salta al contenuto

Cava la “Vallina”, Gavorrano (GR)

Gli immobili oggetto di vendita costituenti la Cava la “Vallina” sono rappresentati da particelle costituenti un insieme di terreni censiti al Catasto Terreni e da una particella censita al catasto fabbricati, per le quali si rimanda all'avviso di vendita. All'interno dell'area in oggetto si trovano dei beni mobili costituiti dagli impianti per la lavorazione degli inerti: -Nastri trasportatori -Impianto di frantumazione -Mulini -Impianti elettrici e di trasformazione ed altri accessori -Impianto di chiarificazione acque -Impianto disidratazione fanghi; -Pesa, container, scarrabile; Si segnala che in data 28/03/2021 è stata fatta denuncia verso ignoti per intromissione e furto di piccole attrezzature da officina ed asportazione di cavi elettrici e tale menomazione comporterà un notevole ripristino in fase di riavvio dell'impianto. Inoltre, all'interno dell'area si è riscontrata la presenza attrezzature obsolete all'interno del fabbricato in ingresso ed altri materiali metallici e da costruzione che potrebbe essere necessario smaltire se non riutilizzabili come ricambi e integrazioni. Insieme ai beni immobili e mobili predetti, si segnala che è presente ad oggi titolo autorizzatorio 26/2018 all’escavazione rilasciato dal Comune di Gavorrano, con scadenza il 02/07/2022 per quanto riguarda l’escavazione più ulteriori sei mesi per la sola sistemazione ambientale dei luoghi (scadenza definitiva 31/12/2022), per il quale, al momento, l'Amministrazione Comunale non ha emesso nessun provvedimento di sospensione o di decadenza ai sensi della L.R. 35/2015. In questo caso l'eventuale soggetto imprenditoriale subentrante nell'attività estrattiva, oltre alla possibilità di estrarre la volumetria di giacimento spettante dovrà: _fornire, tutto quanto previsto dalla vigente normativa tra cui la Legge regionale 35 del 25 marzo 2015; _rilasciare adeguata garanzia Finanziaria al Comune competente come previsto dalla normativa vigente; _versare anche in sostituzione dei cedenti, eventuali contributi e oneri di estrazione (ai sensi dell’art 27 L. regionale 35 del 25 marzo 2015) e/o di qualsiasi altra natura, anche pregressi e non versati; _prevedere l'attuazione dei rimodellamenti morfologici delle aree escavate e dei successivi interventi vegetazionali previsti in progetto. N.B. I Fallimenti in epigrafe sono esonerati da qualsiasi responsabilità nel caso in cui l’aggiudicatario non sia in possesso dei requisiti soggettivi e oggettivi previsti dalla normativa vigente in materia necessari al subentro nell’attività estrattiva E IN OGNI CASO, I FALLIMENTI SONO ESONERATI DA QUALSIASI RESPONSABILITA’ PER IL MANCATO SUBENTRO DELL’AGGIUDICATARIO (PER QUALSIASI MOTIVO) NELL’ATTIVITA’ ESTRATTIVA. Resta altresì a carico dell’aggiudicatario ogni costo, onere e adempimento, anche se in capo ai cedenti, che sarà necessario per ottemperare alla normativa vigente per il subentro nell’autorizzazione estrattiva.

Dati del lotto

Dati del lotto 766644
Lotto Unico
Tipologia Opifici
Categoria Immobile Industriale
Genere Immobili
Indirizzo Cava la “Vallina” 58020 Gavorrano (GR)
Valore di stima 923.000,00 €

Dati di vendita

Tipologia Senza incanto
Data asta 14/09/2022 - 15:30
Indirizzo Studio Dott. Roberto Pellegrini Via Trento nr. 58 58100 Grosseto (GR)
Luogo presentazione offerte Studio Dott. Roberto Pellegrini Via Trento nr. 58 58100 Grosseto (GR)
Prezzo 270.000,00 €
Offerta minima 270.000,00 €
Rialzo minimo 13.500,00 €
Cauzione 10 %
Termine presentazione offerte 28/07/2022 - 12:30
Modalità gara Sincrona mista
Apertura buste 14/09/2022 - 15:30

Beni inclusi nel lotto

Dati del bene
Categoria Immobile Industriale
Tipologia Opifici
Descrizione Gli immobili oggetto di vendita costituenti la Cava la “Vallina” sono rappresentati da particelle costituenti un insieme di terreni censiti al Catasto Terreni e da una particella censita al catasto fabbricati, per le quali si rimanda all'avviso di vendita. All'interno dell'area in oggetto si trovano dei beni mobili costituiti dagli impianti per la lavorazione degli inerti: -Nastri trasportatori -Impianto di frantumazione -Mulini -Impianti elettrici e di trasformazione ed altri accessori -Impianto di chiarificazione acque -Impianto disidratazione fanghi; -Pesa, container, scarrabile; Si segnala che in data 28/03/2021 è stata fatta denuncia verso ignoti per intromissione e furto di piccole attrezzature da officina ed asportazione di cavi elettrici e tale menomazione comporterà un notevole ripristino in fase di riavvio dell'impianto. Inoltre, all'interno dell'area si è riscontrata la presenza attrezzature obsolete all'interno del fabbricato in ingresso ed altri materiali metallici e da costruzione che potrebbe essere necessario smaltire se non riutilizzabili come ricambi e integrazioni. Insieme ai beni immobili e mobili predetti, si segnala che è presente ad oggi titolo autorizzatorio 26/2018 all’escavazione rilasciato dal Comune di Gavorrano, con scadenza il 02/07/2022 per quanto riguarda l’escavazione più ulteriori sei mesi per la sola sistemazione ambientale dei luoghi (scadenza definitiva 31/12/2022), per il quale, al momento, l'Amministrazione Comunale non ha emesso nessun provvedimento di sospensione o di decadenza ai sensi della L.R. 35/2015. In questo caso l'eventuale soggetto imprenditoriale subentrante nell'attività estrattiva, oltre alla possibilità di estrarre la volumetria di giacimento spettante dovrà: _fornire, tutto quanto previsto dalla vigente normativa tra cui la Legge regionale 35 del 25 marzo 2015; _rilasciare adeguata garanzia Finanziaria al Comune competente come previsto dalla normativa vigente; _versare anche in sostituzione dei cedenti, eventuali contributi e oneri di estrazione (ai sensi dell’art 27 L. regionale 35 del 25 marzo 2015) e/o di qualsiasi altra natura, anche pregressi e non versati; _prevedere l'attuazione dei rimodellamenti morfologici delle aree escavate e dei successivi interventi vegetazionali previsti in progetto. N.B. I Fallimenti in epigrafe sono esonerati da qualsiasi responsabilità nel caso in cui l’aggiudicatario non sia in possesso dei requisiti soggettivi e oggettivi previsti dalla normativa vigente in materia necessari al subentro nell’attività estrattiva E IN OGNI CASO, I FALLIMENTI SONO ESONERATI DA QUALSIASI RESPONSABILITA’ PER IL MANCATO SUBENTRO DELL’AGGIUDICATARIO (PER QUALSIASI MOTIVO) NELL’ATTIVITA’ ESTRATTIVA. Resta altresì a carico dell’aggiudicatario ogni costo, onere e adempimento, anche se in capo ai cedenti, che sarà necessario per ottemperare alla normativa vigente per il subentro nell’autorizzazione estrattiva.
Indirizzo Cava la “Vallina” 58020 Gavorrano (GR)

Dati della procedura

Dati del lotto astaB2092550
Procedura (numero/anno) 33/2018 Tribunale Grosseto
Tipologia Procedure concorsuali / Fallimentare
Giudice Dott.ssa Claudia Frosini
Professionista Delegato Dott. Roberto Pellegrini  (tel. 0564450935)
Curatore Dott. Roberto Pellegrini  (tel. 0564450935)

Altre informazioni

Pubblicazione 20/06/2022
Numero visualizzazioni 99
Descrizione a Km Categoria